Come Stagionare la Legna da Ardere


La legna appena tagliata contiene circa il 50% di umidità, e non brucia bene nel camino o nella stufa: è prima necessario stagionarla (lasciare che si asciughi). Infatti, più sarà asciutta e migliore sarà la resa del calore. La legna è pronta per essere bruciata quando raggiunge il 20% di umidità. Bruciare nel caminetto o nella stufa legna fresca o non stagionata adeguatamente può creare dei residui nella canna fumaria, con difficoltà nella combustione e conseguente fumo che scende all'interno, o perfino un incendio nella canna fumaria stessa. Ogni famiglia che si scalda con la legna dovrebbe conoscere come questa debba essere stagionata.

Periodo d'ordinazione della legna da ardere

Il miglior periodo per ordinare la legna da ardere di faggio è tra i mesi di aprile e giugno dell'anno d'utilizzo.

Il motivo fondamentale è avere una legna asciutta ed essiccata al punto giusto. E' inoltre un periodo nel quale le ordinazioni non sono così numerose e quindi si può essere soddisfatti più facilmente dalle aziende fornitrici.

Dove stagionare la nostra legna da ardere

Il luogo migliore per stagionare la nostra legna da ardere è un posto asciutto, esposto al sole ed alle intemperie.

Infatti sole, vento ed anche pioggia non devono mancare per avere una corretta essiccazione del nostro legname.

Dai mesi autunnali invece è importante tenere il faggio al riparo in modo da non metterlo più a contatto con l'umidità.

Se seguite queste semplici indicazioni vedrete che il vostro calore invernale sarà garantito ad un costo irrisorio rispetto agli altri tipi di riscaldamento.

#legnadaardere #stagionatura #stoccaggio #legname #faggio #ordinarelegna

416 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti